Menu

I filati selezionati da Giorgio Spina

I filati selezionati da Giorgio Spina

I filati selezionati da Giorgio Spina

La volontà di garantire sempre i migliori filati selezionati, presenti sul mercato, al servizio della clientela più esigente, è il leitmotiv dei capi firmati Giorgio Spina.

A tale proposito vengono di seguito descritti i filati selezionati più correntemente usati da Giorgio Spina nella creazione di abiti, la cui bellezza sovrasta la più fervida immaginazione.

Lana Merinos

Questo tipo di lana si ottiene dal vello di una razza di pecora denominata Merino o Merinos. La pecora Merino è apprezzata in tutto il mondo per la morbidezza e la finezza del suo vello, che si presenta molto fitto a causa delle basse temperature a cui è sottoposto l’animale. Il nome di questa pecora deriva dalla dinastia regale dei Merindi; una dinastia berbera che governò per due secoli la regione dell’attuale Marocco e si espanse per un breve periodo anche nella penisola iberica.

I tratti distintivi della fibra di lana Merino sono la sua resistenza all’usura, le sue proprietà di isolamento termico, la sua morbidezza e infine la sua finezza (il suo pelo ha infatti un diametro di 20 micron).

Lana Cashmere

La lana Cashmere è ottenuta dalla lavorazione dei peli della Capra Hircus (oggi conosciuta più comunemente con il nome di capra Pashmina), la quale vive sugli altipiani tibetani, nella regione dell’Himalaya e principalmente in Mongolia, ad un’altitudine media di 4000 metri.

Si narra che Marco Polo abbia scoperto nel XIII secolo, in alcune grotte in Mongolia, delle rappresentazioni di capre selvatiche addomesticate dall’uomo. Probabilmente quindi già in tempi molto antichi, i pastori di quelle zone allevavano la capra Hircus o Pashmina, per ricavarne una lana molto calda.

Le caratteristiche dei filati selezionati di lana Cashmere cono la loro finezza, morbidezza e il loro potere calorifero, il cashmere infatti è molto più morbido, caldo e isotermico della lana di pecora.

Contrariamente alla lana classica la lana Cashmere si può portare direttamente sulla pelle senza avvertire alcun tipo di prurito.

Seaisland Cotton

Denominato anche “Gossypium Barbadense”, il vero cotone WEST INDIAN SEA ISLAND cresce solo nelle migliori condizioni climatiche e viene coltivato esclusivamente nelle isole caraibiche delle indie Occidentali Britanniche.

Il cotone WEST INDIAN SEA ISLAND è raccolto a mano e lavorato sapientemente per produrre filati selezionati di qualità eccelsa, contenenti le fibre di cotone più lunghe del mondo.

Le caratteristiche che contraddistinguono questo tipo di filato selezionato sono la finezza della fibra, la sua setosità ineguagliabile e la sua brillantezza senza paragoni.

Vicuña

Soprannominata anche “Principessa delle Ande” per la sua eleganza e nobiltà, la Vicuña è una specie di Alpaca, originaria del sud America, che vive nell’alta Cordigliera Andina tra i 3500 e i 5000 metri, nell’altopiano compreso tra Perù, Bolivia, Cile e Argentina.

Già ai tempi dei re Inca la Vicuña era un animale protetto e la sua lana era utilizzata per tesserne le vesti, col fine di distinguerle da quelle più comunemente utilizzate dal popolo.

Una leggenda narra che la Vicuña sia stata donata agli uomini da una divinità, Inti, che incarnava il volto benevolo del sole, capace di donare fertilità e calore alla Terra.

I filati selezionati di Vicuña si caratterizzano per la loro finezza (il pelo della Vicuña ha un diametro di circa 12 micron) e purezza (a causa della sua finezza reagisce facilmente a qualsiasi tipo di trattamento chimico, perciò è prevalentemente utilizzata nelle sue sfumature originali: dal beige dorato al fulvo intenso)

Sete Pregiatissime

La seta è una fibra di origine animale dalla quale si ottengono i tessuti più pregiati tra tutti.

La specie animale responsabile della produzione di questo lucentissimo tessuto è il baco da seta. La nascita della bachicoltura (allevamento dei bachi da seta) si deve all’Imperatore cinese Xi Ling Shi, il quale diede inizio ad un’importante epoca di produzione della Seta.

Inizialmente la Cina manteneva il monopolio su questo preziosissimo tessuto, tuttavia, con il passare dei secoli, le tecniche di sericoltura vennero esportate anche in altri paesi tra cui anche territori appartenenti all’Impero Romano.

A partire dal XII secolo l’Italia si distinse nel settore della bachicoltura diventando la maggiore produttrice europea di Seta.

Alcuni tessuti che possono essere creati a partire dal filo del bozzolo del baco da seta sono: Taffetà, Georgette, Chiffon, Organza, Raso, Lampasso, Broccatello, Velluto, Damasco, Broccato e Crêpe.

Giorgio Spina vi garantisce nei suoi lavori l’utilizzo dei migliori filati selezionati in Seta, provenienti dalle migliori bachicolture del mondo!

.

 

 

 

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!